Tutto nella nuova app File per iPadOS

Nel 2017, Apple ha aggiunto una nuova app nativa chiamata Files a iOS. Anche se sembrava la versione iOS di Finder, in realtà non lo era. Ma in iPadOS, Files è un po 'più vicino alla sua controparte macOS.

Apple ha apportato una serie di modifiche all'app File in iPadOS che trattano diversi reclami comuni sulla piattaforma basata su tablet. In breve, il tuo iPad ora funzionerà molto più come un normale PC. Ecco cosa dovresti sapere.

Usa supporti esterni generici con l'app File

Ora puoi utilizzare dispositivi di archiviazione esterni in File su iPadOS, tra cui unità USB e schede SD.

Una delle modifiche più significative e notevoli all'app File in iPadOS è l'inclusione del supporto di archiviazione esterno. Sì, ciò significa che puoi collegare l'unità USB o le schede SD e accedere a quei file direttamente dal tuo iPad.

  • Collega il tuo dispositivo multimediale esterno al tuo iPad. Potrebbe essere necessario utilizzare un adattatore, a seconda del dispositivo di archiviazione in uso e della porta sul tablet.
  • Apri l'app File.
  • Ora dovresti vedere il dispositivo di archiviazione esterno apparire come un'opzione sotto l'intestazione Posizioni.

Da qui, puoi semplicemente trascinare e rilasciare i file dalla memoria locale o basata su cloud del tuo iPad sul dispositivo (e viceversa). Allo stesso modo, puoi anche lavorare su questi file senza salvarli sul tuo iPad e salvare i nuovi file direttamente sul dispositivo stesso.

Dove si trova l'archiviazione locale nell'app File

Ora puoi salvare file e file multimediali direttamente sul tuo iPad, invece di archiviarli nel cloud.

Nell'ultima sezione, abbiamo discusso dell'archiviazione locale. Se hai familiarità con il funzionamento di iOS in passato, potrebbe sembrare strano. Una delle principali limitazioni della piattaforma è il fatto che gli utenti hanno sempre fatto affidamento sui servizi basati su cloud per le loro esigenze di archiviazione locale.

Non è più il caso di iPadOS. Ora puoi creare cartelle, salvare file e riorganizzare l'archiviazione locale direttamente sul tuo dispositivo utilizzando l'app File.

Ad esempio, gli utenti possono ora utilizzare Photoshop imminente per iOS per importare le immagini direttamente sul proprio iPad, senza salvarle in una soluzione di archiviazione basata su cloud.

Allo stesso modo, iPadOS consente anche di accedere a un file server SMB per l'accesso remoto e la gestione dei file.

Accedi alla cartella dei download

Safari ora ha un gestore di download, ma salva su iCloud Drive per impostazione predefinita. Puoi cambiarlo in memoria locale in Impostazioni -> Safari -> Download.

I computer ce l'hanno; altri tablet ce l'hanno, anche gli smartphone Android ce l'hanno. Ora, in iPadOS, la gamma di tablet Apple ha ufficialmente un gestore di download integrato.

Ciò significa che sarai in grado di scaricare i contenuti direttamente da Safari sul sistema di archiviazione di file locale del tuo iPad. Questo è un grande cambiamento, in quanto è una delle principali funzionalità che ha impedito all'iPad di essere un sostituto del computer a tutti gli effetti.

Basta scaricare un file da Safari e andrà nella cartella Download, proprio come su macOS.

C'è un avvertimento, tuttavia. Vale a dire, la cartella dei download è una cartella di iCloud Drive per impostazione predefinita. Per fortuna, puoi modificare questo comportamento e salvare i file direttamente nella memoria offline locale del tuo iPad.

  • Apri l'app Impostazioni sul tuo iPad.
  • Scorri verso il basso e tocca Safari.
  • Tocca il pulsante Download nella sottovoce Generale.
  • Puoi scegliere iCloud Drive, Sul mio iPad o un'altra opzione.

La vista a colonne nell'applicazione File iPadOS

La nuova vista Colonna file in iPadOS è simile a macOS, con metadati avanzati e anteprime complete.

Per coloro che sono più a loro agio nel lavorare su Finder che su File, iPadOS ha una piccola ma gradita modifica. In particolare, ora c'è una vista colonna familiare.

Ecco come accedervi.

  • Apri file.
  • Tocca l'icona Sfoglia nella barra degli strumenti in basso.
  • Ora tocca un punto qualsiasi all'interno dell'area che contiene le cartelle e i file a sinistra per selezionare una posizione
  • Da qui, vedrai varie opzioni per ordinare i tuoi file (Nome, Data, Dimensione, Tipo e Tag)
  • Vedrai anche tre icone in alto a destra che ti permetteranno di alternare tra le viste standard e le nuove viste delle colonne.

IPadOS Column View include anche un set più ricco di metadati, oltre a una piacevole anteprima visiva degli elementi selezionati.

Sfrutta le azioni rapide (come ZIP e UNZIP) nei file

Puoi rapidamente ZIP o UNZIP file e cartelle in iPadOS usando Compres e Uncompress.

L'app File in iPadOS supporta anche una suite di "Azioni rapide". Considerali come il tipo di opzioni che potrebbero essere disponibili se fai clic con il pulsante destro del mouse su un file in macOS o Windows.

Queste azioni rapide sono contestuali. Ad esempio, se attivi il menu su una foto, potresti visualizzare le opzioni di conversione o markup.

    Per attivare le azioni rapide, basta toccare e tenere premuto su un file o una cartella .

    Una caratteristica interessante sepolta nel menu Azioni rapide è la compressione e la decompressione dei file. Ciò significa che è possibile ridurre facilmente le dimensioni di cartelle o file di grandi dimensioni per l'invio tramite e-mail o archiviazione basata su cloud.

    Per ZIP o UNZIP una cartella o un file, basta toccarlo e tenerlo premuto e toccare rispettivamente l'opzione Comprimi o Non compressi .

    Il nuovo scanner di documenti nell'app File

    Proprio come in Notes, la versione per iPad di File racchiude uno scanner per documenti integrato.

    Note su iOS ha una funzione di scansione dei documenti da iOS 12. In iPadOS, l'app File ora ha una funzione simile.

    Funziona sostanzialmente come lo scanner di documenti in Notes, tranne per il fatto che sarai in grado di salvare i documenti scansionati direttamente sull'app File come PDF.

    Anche lo scanner di documenti in File è davvero di facile accesso

    • Nella barra laterale File, tocca l'icona del menu a tre punti.
    • Tocca Scansione documenti.

    Condivisione cartelle iCloud tramite l'app File

    iPadOS rende possibile la condivisione di intere cartelle iCloud con altri.

    Apple ha anche reso iCloud Drive un po 'più robusto in iPadOS con l'aggiunta della condivisione delle cartelle iCloud.

    In precedenza, gli utenti avevano la possibilità di condividere singoli file con una o più persone. Ora possono condividere intere cartelle e persino dare ad altre persone l'accesso per modificare o aggiungere i propri file a quella cartella.

    Funziona anche tramite un collegamento iCloud. Ciò ti evita di dover inviare allegati effettivi nel corpo di un'e-mail o di un messaggio.

    Determina il nome della cartella di un documento

    Scoprirai che puoi cercare qualsiasi file o documento nell'app usando la casella di ricerca in alto. Digitare ciò che si desidera cercare OPPURE utilizzare l'icona del microfono per dettarlo.

    Se ci sono articoli che corrispondono ai tuoi criteri, verranno visualizzati nei risultati di ricerca.

    Sfortunatamente, i risultati della ricerca non forniscono le informazioni sulla posizione o il nome della cartella a prima vista. Se stai cercando di capire la posizione o il nome della cartella dell'elemento, tieni premuto delicatamente sull'elemento, fino a quando appare il menu contestuale.

    'Where' mostra la posizione e il nome della cartella.

    Tocca "Informazioni" e individua il campo "Dove" nell'elenco degli elementi per identificare il nome della cartella del documento.

    App File affiancati

    Ora puoi avere due istanze di File aperte fianco a fianco in Split View su iPadOS.

    I computer sono stati a lungo in grado di supportare più istanze di app, come Finder o Safari. E ora in iPadOS, anche il tablet Apple può supportare questo.

    Avere due finestre File aperte una accanto all'altra è una caratteristica piuttosto ingegnosa. Funziona anche esattamente come ha fatto Split View in passato.

    • Apri l'app File.
    • Scorri verso l'alto dal basso per invocare il Dock.
    • Tocca e tieni premuto su File.
    • Trascina i file negli angoli più a sinistra o a destra dello schermo fino a quando non viene visualizzata una barra nera.
    • Rilascia i file per aprire due finestre contemporaneamente.

    Naturalmente, puoi anche trascinare l'icona File al centro dello schermo per Slide Over.

    Speriamo che tu possa ottenere il massimo dalla nuova app File per iOS 13 / iPadOS. Quale di queste funzionalità non vedi l'ora? Fateci sapere usando i commenti qui sotto.