Evita il burn-in dello schermo sui tuoi iPhone OLED con questi suggerimenti

Il burn-in dello schermo, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, in realtà non appartiene al passato. In effetti, se hai un iPhone più recente, il tuo dispositivo potrebbe essere vulnerabile allo stesso identico problema.

Ma ci sono diverse cose che puoi fare per evitare il burn-in dello schermo. Ecco cosa devi sapere sul fenomeno e come evitarlo negli scenari comuni di tutti i giorni.

Che cos'è il burn-in?

Un esempio di grave burn-in del display OLED visto su un dispositivo in un negozio Sprint. Immagine via Gameza4.

Se in passato hai utilizzato TV al plasma, probabilmente conosci il burn-in. Ma anche se non lo sei, ci sono buone probabilità che un dispositivo che possiedi possa soffrire del fenomeno.

Il burn-in, essenzialmente, è quando un display mostra un residuo debole o "spettrale" di un'immagine o di un elemento dell'interfaccia utente. In genere è causato da elementi persistenti e immobili su un display, come il logo su una rete di notizie via cavo. Ciò significa che se si utilizza un'app di navigazione anche per 15-30 minuti al giorno, è possibile che si verifichi un burn-in.

Sebbene non sia un grosso problema come i televisori al plasma, i display OLED sono ancora soggetti a burn-in. In effetti, secondo la maggior parte degli esperti, il burn-in è praticamente inevitabile sulla tecnologia di visualizzazione.

Questo perché è cumulativo. Non c'è modo di "ripristinare" un'immagine. Se visualizzi spesso un'app con elementi immobili, il tuo dispositivo potrebbe subire il burn-in.

Allo stesso modo, il burn-in non è coperto da garanzia. È considerato normale "usura". In altre parole, se hai il burn-in, non aspettarti che Apple ripari o sostituisca il tuo dispositivo gratuitamente.

Conservazione dell'immagine rispetto al burn-in

Per essere chiari, il burn-in non è la conservazione dell'immagine. Sembrano molto simili a prima vista, ma c'è una differenza chiave tra i due problemi di visualizzazione.

Il burn-in è permanente - non c'è modo di liberarsene. La conservazione delle immagini, sebbene appaia molto simile al burn-in, finirà col passare del tempo.

I produttori lo mitigano?

Sì, praticamente tutti i produttori di dispositivi implementano un qualche tipo di tattica di mitigazione sui display OLED. Una tale tattica, che il tuo iPhone utilizza già anche se non lo noti, si chiama spostamento dei pixel.

Fondamentalmente, quando il tuo iPhone rileva che il tuo dispositivo è troppo lungo e non lo stai guardando, sposta leggermente l'immagine del display di qualche pixel. Non è una difesa perfetta contro il burn-in, ma aiuta.

Evitare suggerimenti di burn-in

Con alcuni semplici suggerimenti, puoi mantenere il display OLED del tuo iPhone un aspetto nuovo più a lungo.

Come accennato in precedenza, il burn-in si verifica quando un'app visualizza in modo persistente loghi statici, contenuto o elementi dell'interfaccia utente.

Mentre Apple ha alcune tattiche di mitigazione disponibili, non proteggerà dal burn-in se non segui anche questi passaggi.

  • Evita il contenuto statico. A meno che tu non abbia un motivo per lasciare un'app sul display per lunghi periodi di tempo, è meglio evitarlo. Ciò non include i video, a meno che non contengano oggetti statici o immobili.
  • Usa CarPlay. Le app di navigazione sono famose per il burn-in, soprattutto perché le persone le usano frequentemente e in modo coerente. Se possibile, utilizzare invece CarPlay o il sistema di intrattenimento integrato del veicolo.
  • Abilita il blocco automatico e la luminosità automatica. È possibile impostare il blocco automatico selezionando Impostazioni -> Display e luminosità -> Blocco automatico. Un intervallo più breve è meglio. La luminosità del display può essere impostata manualmente nello stesso menu Impostazioni.
  • Abbassa la luminosità. A volte, evitare contenuti statici sul tuo iPhone non è un'opzione. Ma puoi ridurre la gravità del burn-in abbassando la luminosità. Abbassalo manualmente usando Control Center.
  • Abilita True Tone. Se il tuo dispositivo ha un display True Tone, tienilo abilitato. C'è una possibilità che possa aiutare a mitigare il problema nel tempo, poiché i pixel secondari blu sono i peggiori trasgressori.

Se noti che alcuni elementi dell'interfaccia utente sono stati masterizzati sul tuo display ma vuoi sapere da dove provengono, puoi usare Screen Time per vedere quali app usi di più.

Speriamo che questi suggerimenti siano stati utili. Fateci sapere se avete domande o commenti.